martedì 13 giugno 2017

Una vita da mediano


di Francesco Capalbo

Il vento di bonaccia è tornato a soffiare sul campo di gioco di Domineddio ed ha prosciugato gli acquitrini che lo rendevano impraticabile.
Il terreno, reso salubre dal mite refolo, è ora percorso con passo da mediano, da un robusto parroco che ha gli stessi piedi altruisti di Oriali.
Il prevosto, come il grande Lele, è sempre nella mischia con “compiti precisi, a coprire certe zone, a giocare generosi”.
Don Ciro  visita gli anziani, veste gli ignudi e cerca di redimere i  massoni. Dicono che abbia persino invitato i deboli di mano a restituire il maltolto!
La porta della Chiesa sbucciata dalle tante intemperie è stata finalmente rimessa a nuovo.
E la domenica mattina gli spalti dello stadio del Padreterno sono assaltati da  nugoli di tifosi e di incuriositi spettatori.



© 2009 francescocapalbo.blogspot.com

Tutti i diritti di copyright sono riservati. Nessuna parte di questo post può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo cartaceo, elettronico, meccanico o altro senza l'autorizzazione scritta del proprietario dei diritti.