sabato 27 dicembre 2014

FERMI!

L' eterea professoressa Michela Bilotta ritratta nel dipinto di Raffaele Crovara  sovrastante l'atrio del Liceo Fermi di Cosenza.

di Francesco Capalbo

In questo Natale sotto tono,  c’è almeno una storia spassosa con la quale i cosentini, a corto di tredicesima, per un momento si svagano.
Due deputati del PD cosentino hanno presentato una interrogazione al Ministro della Pubblica Istruzione sollecitandola ad assumere urgentemente e tempestivamente (si noti luso apocalittico degli avverbi!) ogni  utile iniziativa diretta a isolare e depotenziare un grave tentativo di turbamento messo in atto presso il Liceo Scientifico Fermi di Cosenza.
Sembrerebbe a detta dei due illustri politici, che la Dirigente Scolastica, professoressa Michela Bilotta, sia fatta oggetto di una vera e propria campagna di delegittimazione da parte di una minoritaria rappresentanza sindacale culminata, in 11 mesi, in diverse visite ispettive ministeriali.
A svelarci i veri motivi della richiesta di tante visite ispettive da parte della Cgil è stata però una lettera a Stefania Giannini  inviata da Eleonora Forenza, europarlamentare della lista Laltra Europa con Tsipras.
Leuroparlamentare afferma che durante la sua campagna elettorale, famiglie e lavoratori lhanno informata di come in quella scuola si sia consumata una serie ininterrotta di episodi che hanno visto come protagonista, in negativo, Michelina Bilotta.
Altro che perseguitata! La Dirigente Scolastica del Fermi, stando ad Eleonora Florenza, ha della scuola una concezione antidemocratica e padronale. Voleva, tanto per citare un esempio, far pagare alle famiglie i costi dei corsi dei recupero per gli studenti, ledendo chiaramente il diritto costituzionale allo studio. Iniziativa fortunatamente bloccata dal mondo intellettuale della città e dalla FLC- CGIL.
Ora il quesito che si trasforma in sollazzo è il seguente: come mai i due politici del PD hanno messo a sostegno  di una causa così controversa le loro prerogative parlamentari, vituperando finanche lattività del sindacato?
Alcuni pensano che in tempi iellati, di trasformismo dilagante, anche qui in Calabria le spore di quella che una volta fu la sinistra siano costrette, per accreditarsi in ambienti diversi dai tradizionali bacini di consenso elettorale, a menare almeno un fendente ad una organizzazione sindacale ( preferibilmente la CGIL).
Altri invece propendono per una interpretazione estetica. Molti cittadini illustri infatti, colti da improvvisa devozione,  aspirano a  figurare accanto alla professoressa Bilotta in quel prodigioso dipinto dal titolo La Consacrazione del Duomo di Cosenza di Raffaele Crovara  che, già gremito di patrie celebrità, sovrasta latrio del prestigioso  Liceo Fermi.


La foto è tratta dal sito: www.aldopresta.wordpress.com



© 2009 francescocapalbo.blogspot.com


Tutti i diritti di copyright sono riservati. Nessuna parte di questo post può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo cartaceo, elettronico, meccanico o altro senza l'autorizzazione scritta del proprietario dei diritti.